W Inter

Il tifo calcistico mal si adatta alla mia indole scettica. Però lo scudetto dell’Inter, segretamente (ufficialmente mi professo juventina, in una città spartita fra colori nerazzurri e rossoneri) mi rallegra.
Penso al mio papà, che gioca nei verdi pascoli del Cielo dal 2001, e che ha visto la propria squadra del cuore perdere con sadica regolarità, negli ultimi dodici anni della sua vita. Chissà se gli frega ancora dell’Inter, nel posto dove si trova. Mi piace pensare al paradiso non come a un etereo sito asettico, ma come un luogo di passioni, dove i tifosi festeggiano gli scudetti come se fossero della loro squadra, ad ogni campionato.
Mi portò a vedere uno scialbissimo Inter- Bologna a San Siro, quando ero bambina, per farmi assaggiare le emozioni dello stadio. Riuscì nel suo intento: la partita finì 0-0, ma mi sgolai sugli spalti come un ultrà qualsiasi. E in onore a mio padre e alla sua frustrata fede nerazzurra, incentivai l’incipiente tifo calcistico del nipote verso quella delle due squadre milanesi che ha il presidente più presentabile.
Infatti lo scudetto dell’Inter è un piccolo omaggio ai due uomini di famiglia, ma anche un sacrosanto sberleffo all’odioso milanista impomatato, padrone della squadra e dell’Italia media-rincoglionita…
Annunci

~ di aliceoltrelospecchio su dicembre 10, 2011.

2 Risposte to “W Inter”

  1. hehehehe!!!!
    Ciao
    Gianluisa

  2. non amo il calcio moderno,non guardo la pay Tv odio i caschi blù.
    saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: