Di un cocente abbandono

Non ti dirò di un cocente abbandono

 

di un addio consumato in vuota attesa

 

di silenzi singhiozzati nel frastuono operoso

 

di tacchi usurati, di orecchini spaiati

 

 

 

 

 

Non ti dirò dell’allegria incosciente

 

 

 

degli impudenti abbracci

 

 

 

della sincerità ignara

 

 

 

dei miei sogni imbrattati

 

 

 

dal colore della realtà

 

 

 

 

 

 

 

Ti parlerà la mia vita

 

 

 

se vorrai guardarla

 

 

 

cogli occhi ciechi del cuore

 

 

 

Annunci

~ di aliceoltrelospecchio su dicembre 10, 2011.

6 Risposte to “Di un cocente abbandono”

  1. e poi dici che non sai scrivere poesie, ci sono mondi infiniti per chi sa guardare col cuore…anche il tuo…

  2. anche tu hai il potere di commuovermi, sorella…

  3. ma che brava, mi spiace di non averti incatenata con il meme sulla poesia

  4. Eh, più che versi son versacci, scritti andando a capo un po’ a casaccio, ma sono contenta della condivisione. Grazie.

  5. mi son sempre piaciuti i versacci 🙂
    buon ferragosto.
    cino

  6. mi ci sono voluti alcuni giorni per fare le somme ma poi la lucidità prevale e riesco a ricostruire dove ho già letto ed anche commentato.
    Ciao cara, mi sono svegliata 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: