redfordnewman

Di questi due, la mia metà incollata sul diario era Robert  Redford, ma non importa.

C’era un’ America bionda, occhioazzurrata e buona che era raccontata dai film e dallo sguardo innocente e precocemente triste di Paul Newman.

Di quell’America ho nostalgia, come di una giovinezza fuggita senza avvertire della sua inevitabile labilità.

Oggi anche gli yankee temono la povertà e votano presidente un uomo dalle fattezze delicate e abiti harvardiani,  ma con la pelle scura.

E io guardo in Tv vecchi film in bianco e nero, piangendo come se mi fosse morto un amico, un amico vero.

Annunci

~ di aliceoltrelospecchio su dicembre 10, 2011.

3 Risposte to “”

  1. a crederci

  2. E’ stato bello da parte tua commemorarlo così.
    Gran bell’uomo, dell’acquario, molto sexy in un paio di film. Ma soprattutto un attore professionista vero e non improvvisato come molti.
    Ciao
    Gianlù

  3. allora ti piacerà anche the Left Handed Gun di artur penn…però non c’è robert

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: